From Sweden…

10 giorni di campo allenamento e gare in Svezia: questa la prima attività internazionale della “nuova” squadra nazionale di ski-o. Partecipano, accompagnati da Cristian Giacomuzzi, le nostre junior Claudia Zanetel e Meryl Pradel e Daniele Orler nella categoria Elite, in compagnia del solandro Gabriele Cannella e di Thomas Zanoner di Moena. Ormai al termine la loro avventura, con il rientro in Italia previsto per domenica.

Prima gara individuale sulla media distanza, vinta dal russo Eduard Khrennikov sugli svedesi Löfgren, Rost e Hammarberg, tutti in 8 secondi; al pomeriggio gara sprint, con partenza a caccia. Arrivo allo sprint vinto dal nostro amico di Alfta Erik Rost, sul campione del mondo Khrennikov e i compagni di squadra Löfgren e Hammarberg; Christian Spörry 14° è il primo centroeuropeo. Con una bella prova sprint (a 2’30” dai migliori) Gabriele Cannella passa dal 45° al 35° posto; Daniele e Thomas Zanoner finiscono 43° e 44°. Fra le donne sono le giovani svedesi Johanna Edin e Eva Svensson ai primi due posti, con Olga Shevchenko al terzo posto. In W18 una buona middle per Claudia che poi ha qualche intoppo nella gara sprint… Vittorie in M20 per il norvegese Sindre Haverstad su Jimmy “bingo” Larsson; in W18 fra le norvegesi Barbro e Haverstad, si inserisce Tove Alexsandersson, ancora 15-enne ma già fra le migliori svedesi under18 sia nella corsa che nello ski-o; sono di dominio svedese M18 e W20 con le vittorie di Erik Blomgren e Maja Persson.

Nei primi giorni della settimana, trasferimento a Idre per le prove di Coppa del Mondo e alcuni allenamenti per la squadra. Prima gara sulla distanza media con mass start e ottimo inizio per la squdra svedese con primo e secondo posto firmati Arnesson-Rost e Kiril Vesellov che porta la Russia al terzo posto; fanno notizia il 6° posto del ceco Vodrazka e il 9° del campione del mondo junior Kashchuk. Troppi errori iniziali per i nostri che finiscono 48° Cannella, 54° Daniele e 57° Zanoner. Fra le donne è la solita finlandese Liisa Anttila a vincere davanti a Helene Söderlund (SWE) e Olga Shevchenko (RUS).

Liisa Anttila è provvisoriamente in testa alla Coppa del Mondo, concludendo sul podio anche la seconda gara, sulla lunga distanza, alle spalle della russa Kozlova e dabìvanti alla compagna di squadra Valkonen. In campo maschile si conferma Arnesson, con 2’30” di vantaggio sul tri-campione junior 2006 Andrej Lamov e sul finlandese Urpalainen. In crescendo le prestazioni degli azzurri che arrivano al 43° e 44° posto (Cannella e Zanoner), mentre Daniele Orler si deve accontentare del 50°, pur con una prima parte sullo stesso piano dei compagni di squadra.

Ultima prova di Coppa in programma, la classica staffetta. La Sveizia in casa sembra più forte che mai e ha già staccato le altre con Johan Granath in prima frazione; Erik Rost completa l’opera lanciando Peter Arnesson al tris dopo le due individuali con 2′ su Finlandia e Svezia 2. Fuori dal podio le due squadre russe, nonostante il miglior tempo di Khrennikov (messo in seconda squadra dopo le prestazioni sotto le aspettative dei giorni precedenti, ma si sa…lui arriva in forma solo a mondiali e europei, ma quando è in forma…). 7° e 9° cechi e svizzeri con in mezzo la prima squadra norvegese; i nostri ragazzi chiudono 20° a 35′ dai primi, con delle prove abbastanza costanti, almeno dai tempi. In campo femminile fa il vuoto la Russia nelle prime due frazioni, ma la ex campionessa del Mondo Natalia Tomilova si fa superare dalla finlandese Hannele Valkonen che porta alla vittoria la sua squadra (Joenssu-Anttila), sulle due squadre russe; migliori centroeuropee le svizzere con Judith Wyder, al primo anno da senior, che prende la guida della squadra.

In contemporanea alle Coppe del Mondo, per gli junior erano in programma alcune gare valide per la selezione della squadra svedese ai JWOC, con la partecipazione anche delle nazionali di Austria, Rep.Ceca, Norvegia e Estonia. Ottime esperienze per le nostre ragazze e anche un ottimo risultato per Claudia Zanetel nella gara long di giovedì con un bel 9° posto, a 9’ dalle prime e soprattutto prima fra le “non-svedesi”! Buona anche la prestazione nell’ultima prova con il 17° posto di Meryl e il 18° di Claudia.

Un resoconto più dettagliato si può trovare sul sito FISO, a firma del coach Cristian Giacomuzzi. Risultati completi sul sito della manifestazione.

Aaron

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi