TICIN-O WEEK END: LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA

molto volentieri pubblico queste note di Nicole,  una riflessione legata alle diverse sfaccettature dello sport. buona lettura

roberto

 

Dopo un periodo segnato da infortuni e un continuo alternarsi di stop e riprese, ho deciso che il mio nuovo inizio doveva aprirsi con il divertimento nello sport che ho sempre amato: l’orienteering.

Grazie al prezioso spirito del mio compagno d’avventura (Manuel) sono partita per la Svizzera per un week end che prevedeva campionati Svizzeri middle e gara sprint ad Ascona.

Il mio obiettivo era semplice: ritrovare la gioia di fare orientamento che in quest’ultimo periodo sembrava essersi nascosta da qualche parte. Sembra strano, ma dopo tanti anni mi stavo dimenticando di quanto fosse bello correre per il solo gusto di farlo. Partita con calma per la partenza che distava più di un’ora (!!!era più lunga che tutta la gara!!) , sentivo che la giornata prometteva bene. Un bel cielo azzurro sopra di me e stessa zona di gara in cui avevo corso i miei primi mondiali,che bei ricordi! Sono partita con la mia cartina e senza molti errori sono riuscita ad arrivare al finish divertendomi!!! Anche se sono stata superata da ,più o meno, tutte le Svizzere presenti ,il mio piccolo traguardo sono stata capace di raggiungerlo!

La quiete stava tornando ?

Felice come non mai, domenica mattina sapevo che mi aspettava una giornata più ardua. Sprint di 2,7km con 75mt di dislivello con pioggia battente al via. Lo so che non è tanto,ma appena si torna a correre dopo un infortunio,tutto sembra più lungo e difficile..

9.49: si parte! Prima parte in salita e poi ultimo pezzo in piano. Come gara non troppo complicata,ma nelle sprint bisogna sempre stare concentrati perché l’errore può arrivare nel momento in cui meno te lo aspetti. Anche se il distacco è abissale da Simone Luder, la vincitrice, [nota bene che ha corso la prima parte di gara uguale agli uomini più veloce di Manuel…] la tecnica c’è ? .Adesso non mi resta che riprendere con gli allenamenti e, sperando in una stagione senza più infortuni, vedere dove posso arrivare! E come si dice in questi casi, all’opera!!

N.S.

 

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi