Ski-o – Campionati Europei – JWOC – EYOC – 2nd day

iof_ski_logoOttima la prova di Gabriele Canella in Romania quest’oggi. Dopo la 46° posizione nella gara middle di ieri, comunque migliore degli azzurri in gara, Gabriele riesce nella mass start in una grande prova: un po’ di ritardo nel giro iniziale (forse però vittima del forking più lungo?) e poi rimonta posizioni su posizioni per concludere con un 22° posto mettendo la sigla ITA in mezzo a quelle russe, scandinave, svizzere e ceche che primeggiano, con il miglior risultato internazionale delle sua carriera a livello senior e a soli 12 minuti dal vincitore finlandese Staffan Tunis che, su quasi due ore di gara, stacca i russi Khrennikov e Grigoryev. Chiudono più staccati Zanoner e Orler che migliorano la prestazione di ieri con un 43° e un 48° posto.

La gara middle aveva visto la vittoria a pari merito proprio di khrennikov con lo svedese Arnesson, mentre tra le donne vince, alla prima gara della stagione, il suo 11° titolo europeo la russa Tatiana Vlasova su Liisa Anttila (FIN) e la norvegese Marte Reenas, che si prende poi la rivincita nella long di oggi diventando campionessa europea in volata proprio sulle due principali rivali del giorno precedente.

Siamo ancora in attesa dell’ufficialità dei risultati; arrivano inoltre poche notizie dalla Romania, dai siti di alcuni big possiamo leggere della difficoltà delle prove, molto dure anche dal punto di vista fisico. “ It was a very tough long distance, mass start with lot of climb. The wind made the tracks difficult to see sometimes, especially challenging skiing in front. Like the middle distance the course was a mix between long cross-country transportation routes and challenging orienteering technically areas” scrive la vincitrice di oggi e allenatrice della squadra junior norvegese Marte Reenas.

Fra i giovani, superato per molti il primo impatto di ieri, anche la prova odierna si rivela fisicamente impegnativa con tratte lunghe e dure salite. Il migliore è l’ormai esperto Federico Daprà che va a cogliere un 30° posto a circa 17’ dal russo Mikhail Utkin, che può già chiamarsi bicampione mondiale dopo le prime due prove. Doppietta anche in campo femminile per la norvegese classe 1992 Barbro Kvåle che vince con distacco anche la mass start di oggi. Anche le nostre ragazze si difendono conquistando due posizioni nella top 30 con Elena Jagher 27° e Claudia Zanetel 30°, con dei distacchi limitati dalle prime.

Nelle categorie under17 valide per gli EYOC, dopo il debutto di ieri e con una posizione migliore nella griglia di partenza che oggi non li vede per fortuna tutti tra i primi, i nostri si presentano al via per fare ancora esperienza internazionale. Immaginiamo delle gare molto dure anche per queste categorie e i nostri che forse subiscono un po’ dal punto di vista fisico sulle salite. Camilla Caserotti finisce 16° mentre Ivano Bettega e Andrea Orler sono 25° e 28° nelle gare dominate da Svezia e Russia.

Domani meritato riposo per gli atleti in vista della conclusione nel weekend con la sprint di sabato e la staffetta di domenica. Risultati delle gare e live per seguire le prossime sul sito http://www.skio.ro/. Nel frattempo qualche notizia sui risultati dal sito IOF http://www.orienteering.org/.

Aaron

http://www.skio.ro/fotos/DayI/sitajmegyitI/004O5029wtmk.jpg

http://www.skio.ro/fotos/DayI/sitajmegyitI/004O5762wtmk.jpg

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi