WOC 2018 Relay

Dopo la sprint relay di domenica scorsa e dopo la prima gara in bosco in programma, la middle distance martedì, nel pomeriggio di ieri si è disputata la staffetta classica in bosco alla quale hanno partecipato Mattia e Francesca, entrambi nell’ultima frazione delle rispettive squadre maschile e femminile. Il terreno sul quale si è corsa la staffetta, come quello della middle, era piuttosto sporco con molte zone verdi con una vegetazione molto fitta che ha ostacolato la corsa degli atleti. La gara femminile è stata la prima a prendere il via e si è rivelata un autentico spettacolo. Svizzera e Svezia al comando della gara hanno battagliato fino alla fine per aggiudicarsi la medaglia d’oro: in ultima frazione  sembrava che Judith Wyder fosse riuscita a prendere il comando della gara ma poi in una zona molto sporca del bosco commette un errore e la svedese Tove Alexandersson riesce a raggiungere l’atleta elvetica e da quel momento le due hanno corso spalla a spalla fino al penultimo punto quando la Svizzera riesce a guadagnare i metri sufficienti per la vittoria. Il risultato finale vede la Svizzera vincere davanti alla Svezia (+15″) e alla Russia (+2′:17″). L’Italia fatica a tenere il passo delle più forti concludendo la gara al 20° posto tra alti e bassi e purtroppo con diversi errori anche per la nostra Francesca.

Ecco le parole di Francesca:

Ho commesso un errore di 7′ al terzo punto. Poi sono riuscita a riprendermi ma poco dopo il passaggio in arena ne ho commesso un altro e da li in poi non sono riuscita a ritrovare la concentrazione.

Anche la gara maschile, partita poco dopo l’arrivo delle prime squadre femminili, ha saputo dare non poco spettacolo al pubblico e a coloro che seguivano la gara da casa in diretta. Una gara che ha visto i top team battagliare fino agli ultimi punti. Nel finale però la Norvegia riesce ad allungare quei pochi secondi necessari per aggiudicarsi il titolo iridato seguita dalla Svizzera (+4″) e dalla Francia (+10″). Anche tra gli uomini la squadra azzurra in generale fatica ad interpretare una gara pulita e conclude in 22^ posizione dopo il tentativo di rimonta di Mattia in ultima frazione.

Ecco il commento di Mattia della sua prova:

“Sono abbastanza contento della mia gara. Tecnicamente ho sbagliato due scelte, ma mi hanno fatto perdere poco tempo. Fisicamente mi sentivo abbastanza bene nella prima parte, poi nella seconda sono calato molto, ho sofferto per colpa del forte caldo. Il distacco dai primi non è poco ma neanche tanto, so di avere ancora margini di miglioramento e per le prossime gare mi farò trovare pronto!

 

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi