WOC 2018: primierotti conquistano la qualifica Sprint

Riga – Lettonia, 04 agosto

Ed è arrivato anche per quest’anno il momento più atteso per gli atleti elite dell’orienteering mondiale, i mondiali assoluti di corsa d’orientamento che quest’anno si disputano nei boschi e tra i vicoli delle città della nazione adiacente a quella che li ha ospitati lo scorso anno, la Lettonia. A rappresentare i colori Italiani e quelli dell’U.S. Primiero vi sono ben due atleti, si tratta di Mattia Debertolis e Francesca Taufer.

Il programma mondiale si è aperto quest’oggi con la gara sprint nei parchi e nel cuore della città di Riga. Alla mattina si è svolta la gara di qualificazione che avrebbe consentito l’accesso alla finale solo ai top 15 di ciascuna delle batterie maschili e femminili. La giornata è iniziata sotto buoni auspici per gli azzurri che sono riusciti a qualificarsi ben in cinque dei sei in gara, compresi anche Mattia e Francesca. Momenti di tensione in particolare per la prova di Mattia che è riuscito a conquistare un posto in finale dopo una gara che ha tenuto tutti con il fiato sospeso.

Nel pomeriggio ha preso il via la finale nel centro di Riga, che ha visto trionfo dei soliti noti: al femminile il titolo di campionessa mondiale sprint va a Maja Alm (DEN) che si conferma ancora una volta la donna più veloce, davanti a Tove Alexandersson (SWE) e Judith Wyder (SUI). Francesca conclude la propria gara , tra errori e non poche difficoltà a correre tra bancarelle e turisti, al 40° posto. Tra gli uomini Daniel Hubmann (SUI) si conferma anche lui l’uomo di punta nelle sprint, che si impone su Tim Robertson (NZL) e Andreas Kyburz (SUI). Mattia compie alcuni errori anche in finale che lo fanno scivolare al 40° posto.

Ecco i commenti sulle gare di Francesca e Mattia

Francesca: “Questa mattina ok, era molto veloce ma non ho commesso errori. Pomeriggio invece son partita bene ma poi non ho visto un passaggio a metà e ho fatto una pessima scelta. E poi all’ultimo punto ho commesso 30” di errore perché ho sbagliato l’entrata di una via. Era decisamente più difficile della mattina sopratutto perché si correva tra le numerose bancarelle e la folla“.

Mattia: “Mattina, non benissimo, troppi errorini e sbavature. In finale ero un po’ stanco e ho commesso un paio di errori di scelte sulle tratte lunghe“.

Nel pomeriggio di domani si disputerà la gara cittadina a squadre, la sprint relay.

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi