La 10 e 15 km in classico firmata da Moroder e Checchi superstars

Giornata più autunnale che primaverile quella che oggi ha salutato i protagonisti della 10 km e della 15 km in tecnica classica che assegnavano i titoli tricolori a Passo Cereda, in Valle di Primiero.

Ieri qualche spruzzata di neve, nella notte un po’ di pioggia, nebbia al mattino presto, poi qualche squarcio nelle nuvole: una giornata uggiosa, insomma, ed è quello che deve aver pensato l’olimpionico Di Centa, anzi il Commendator Di Centa, arrivato la notte prima da Roma. E per ammirare il campione di Paluzza c’era tanta gente davvero per una giornata infrasettimanale, seppure di grande sport.

Ma per un Di Centa stanco, ecco un Checchi pimpante. Il finanziere di Subiaco è partito subito col vento in poppa, e in nemmeno un giro si è piazzato sulle code degli sci di Santus, partito 30″ prima di lui, ed a quel punto la gara non ha avuto più storia. Nel senso che Santus ha preso il ritmo di Checchi e non l’ha più mollato, col risultato che i due sono finiti primo e secondo. Nel primo giro un Gullo molto veloce ha cercato di mettere in discussione la terza posizione del podio maschile, ma prima Cattaneo, quindi Costantin, Orlandi e pure Kostner lo hanno scavalcato, però la pista difficile e tecnica che l’US Primiero San Martino ha preparato con professionale puntigliosità se ha messo le ali a Checchi e Santus ha invece messo in difficoltà un po’ tutti gli altri. E così mentre alla testa i due fuggitivi con una proficua collaborazione facevano il vuoto – Checchi sempre in vantaggio sul bergamasco – alle loro spalle si mettevano in evidenza gli altoatesini Kostner ed Hofmann, ma il carabiniere di Casies nell’ultimo mezzo giro aveva ancora energie fresche da spendere e lasciava a Kostner la medaglia di legno. Gullo, Orlandi, Costantin e Carrara finivano nell’ordine davanti ad un atteso Clara, ancora infiacchito dalla trasferta giapponese. Giorgio Di Centa sulla distanza rallentava vistosamente, eppure non si può dire che sia partito arrendevole, anzi. Senza l’allenamento programmato e con tanta stanchezza sulla spalle, che fortunatamente non gli ha fatto perdere sorriso e buonumore, il “champ” è finito 14°.

Anche la gara femminile ha preso subito la piega vincente per la forestale altoatesina Karin Moroder. Alla fine del primo giro era già irraggiungibile eppure ci hanno provato in tante, per prima Cristina Paluselli che poteva ambire al bis dopo la vittoria di Cogne nella double pursuit, ma anche per lei la stagione delle lunghe distanze, con la prestigiosa vittoria della FIS Marathon Cup, è stata pesante. Così alle sue spalle la sorprendeva la Peyrot che si prendeva il lusso di acchiappare Anna Santer, partita 30″ prima di lei. Finale esplosivo per la giovane finanziera trentina Veronica Cavallar che balzava sul terzo gradino del podio (vincendo anche il titolo under 23), spodestando le due azzurre delle lunghe distanze Paluselli e Santer. Attardata anche Antonella Confortola alla quale hanno pesato gli incessanti spostamenti per gare e celebrazioni post Olimpiadi. Karin Moroder 12 anni fa sulla stessa pista aveva vinto il titolo junior.

Tutto sommato una gara molto bella, combattuta e con un buon pubblico, fatto inusuale per un campionato italiano di fine stagione.

Domani la musica cambia, la posta in palio è il titolo della staffetta, gara in cui i gruppi sportivi militari hanno grande interesse. Arrivano le “forestali” di lusso, arrivano Pietro Piller Cottrer e Valbusa, e con la partenza in linea non mancheranno le emozioni. Si parte alle ore 11, ma le piste di Passo Cereda saranno vivacizzate già dalle ore 9 con le gare tricolori per allievi e giovani.

Classifica

15 km maschile:

1) Checchi Valerio (Gr. Sciatori Fiamme Gialle) 39.46.5; 2) Santus Fabio (C.S. Carabinieri Sez. Sci) 40.18.2; 3) Hofmann Egon (C.S. Carabinieri Sez. Sci) 40.31.6; 4) Kostner Florian (C.S. Carabinieri Sez. Sci) 40.33.2; 5) Gullo Giovanni (Gr. Sciatori Fiamme Gialle) 40.45.2; 6) Orlandi Luca (G.S. Fiamme Oro Moena) 40.52.9; 7) Costantin Pierluigi (G.S. Fiamme Oro Moena) 41.08.4; 8) Carrara Bruno (C.S. Carabinieri Sez. Sci) 41.09.6; 9) Clara Roland (Gr. Sciatori Fiamme Gialle) 41.11.9; 10) Scola Fulvio (Gr. Sciatori Fiamme Gialle) 41.23.0

10 km femminile:

1) Moroder Karin (C.S. Forestale Dello Stato) 30.11.4; 2) Peyrot Lara (G.S. Fiamme Oro Moena) 30.25.4; 3) Cavallar Veronica (Gr. Sciatori Fiamme Gialle) 30.35.7; 4) Paluselli Cristina (C.S. Forestale Dello Stato) 30.47.7; 5) Santer Anna (C.S. Forestale Dello Stato) 30.55.4; 6) Confortola Antonella (C.S. Forestale Dello Stato) 31.08.8; 7) Genuin Magda (C.S. Esercito) 31.23.8; 8) Brocard Elisa (C.S. Esercito) 31.59.3; 9) Antonelli Barbara (G.S. Fiamme Oro Moena) 31.59.5; 10) Bachmann Valentina (C.S. Forestale Dello Stato) 32.18.6

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi