Campionato Italiano a staffetta – Oro alle ragazze dell’US Primiero

Campionato italiano a staffetta a San Genesio (BZ): ottima organizzazione da parte del TOL, tracciati predisposti da Rudi Mair molto impegnativi con un dislivello notevole, un passaggio in zona arrivo altrettanto duro e spettacolare.
Nelle categorie assolute sono il Gruppo Sportivo Forestale e l’US Primiero i campioni 2005. Fra le donne, la Forestale schiera in prima frazione Laura Bettega a sostituire Renate Fauner passata all’Erebus Vicenza; le altre favorite per le medaglie puntano invece su atlete più giovani: Johanna Murer e le sorelle Torggler in un TOL privo di Kirchlechner e Troi, Sara Sambi e Laura Carluccio a lanciare Michela Guizzardi in ultima frazione per il CUS Bologna e il trio US Primiero con le tre junior Ana Daldon, Nicole Scalet e Marina Simion. La prima giovane a mettersi in mostra è Sara Sambi che arriva in testa al lancio con circa un minuto su Laura Bettega, Forestale. Mita Crepaz passa terza per un CAI XXX Ottobre che non tiene peró le migliori nelle altre frazioni, davanti a TOL e US Primiero, che accusano già più di 5 minuti di ritardo. La prima attesa al passaggio intermedio, dopo l’argento nella gara long, era Helga Bertoldi… Ma non passa né lei, né Laura Carluccio per il CUS, la prima ad arrivare in cima alla salita è la primierotta neocampionessa junior Nicole Scalet, che recupera circa 9 minuti alle prime e addirittura le stacca di qualche minuto. Bertoldi rappresenta un po’ la sorpresa negativa della giornata, ma transita comunque in seconda posizione con la campionessa D18 Jutta Torggler poco dietro. Ma la gara non è finita, manca ancora l’ultima frazione e le speranze della Forestale di mantenere il titolo sono ancora vive con la fresca campionessa assoluta long distance Laura Scaravonati. Laura e Heike Torggler hanno 3 minuti da recuperare su Marina Simion che peró si presenta sola al traguardo cedendo solo 30″ alle dirette avversarie. Storico titolo alle ragazze del Primiero davanti a Forestale, TOL, CUS Bologna e Erebus Vicenza. Staffetta US Primiero che potrebbe aver vinto tranquillamente in D20, essendo tutte 3 le ragazze ancora juniores. La vittoria D20 arriva comunque a Primiero con 19 minuti di vantaggio e una gara in solitaria dalla seconda frazione; solo Sara di Furia resta davanti al lancio, poi è una passerella verso il titolo italiano D20 per Carlotta Scalet, Jessica Orler e Claudia Zanetel davanti alle lombarde della Polisportiva Besanese. Stesso discorso qui, Carlotta e Claudia, ancora D16, corrono nella categoria superiore lasciando il posto alle altre. E le altre D16 fanno alla grande il loro dovere conquistando il primo e il secondo posto con Ylenia Gobber-Jessica Castellaz-Elena Jagher e Viola Zagonel-Eleonora Orler-Meryl Pradel.
In campo maschile tante le favorite: US Primiero campione uscente che cambia due terzi della squadra dello scorso anno lasciando spazio ai giovani, Fiamme Gialle con Baccega a lanciare poi la rimonta di Rigoni e Tavernaro, Forestale che cambia l’ordine abituale dei tre frazionisti schierando Seidenari-Tenani-Pagliari, il TOL gioca in casa con Widmann al lancio, poi il campione H20 Rass e Schgaguler, l’IKPrato che schiera Salvioni-Cesarini-Origgi, il GsCaleppiovinil senza lo junior Dallavalle… Il primo al lancio è Emiliano Corona che peró non ha compagni nell’Esercito a cui dare il cambio; un minuto dietro il Friuli MTB e la Forestale, che guadagna quasi 2 minuti su CUS Bologna (Marco Seppi), US Primiero (Nicola Giovanelli)e IKP; il TOL passa a 7 minuti e le Fiamme Gialle a 10. In seconda frazione lo junior Giancarlo Simion si riporta su Alessio Tenani, mentre gli altri sono più staccati. Nel finale Tenani riesce a riportare il vantaggio intorno ai 2 minuti che Manuel Negrello dovrà provare a recuperare su Denny Pagliari; gli altri cambiano altri 5 minuti dopo con Jonas Rass che riporta il TOL in terza posizione insieme a IKP e CUS Bologna; le Fiamme Gialle sono ancora 3 minuti dietro questo gruppetto. Manuel Negrello non incontra la sua giornata migliore e Pagliari ha via libera per riprendere il titolo italiano già vinto dal Gruppo Sportivo Forestale nel 2004. GS Forestale che scambia con l’US Primiero i titoli assoluti maschile e femminile dello scorso anno. Alle spalle dei forestali si aspettava comunque Manuel Negrello, ma il primo a raggiungere il traguardo è Klaus Schgaguler per il TOL; una grande rimonta di Michele Tavernaro per le Fiamme Gialle, porta via il podio all’US Primiero che finisce al quarto posto a pochi secondi; a seguire CUS Bologna, IKP, FitMonza, Caleppiovinil. Fra i giovani erano 4 le squadre in lotta per le medaglie; grande lancio di Daniele Orler (US Primiero) che dà più di 3 minuti a Roberto Dallavalle (Caleppiovinil) e 6 a Michael Sbrizzi (Semiperdo). In seconda frazione Tommaso Scalet e Claudio Zanon passano insieme al punto spettacolo, ma Tommaso poi riguadagna lanciando Aaron Gaio con circa 3 minuti su Luca Dallavalle; Semiperdo e Pol.Masi più dietro staccati. Ed è proprio Luca Dallavalle, argento in staffetta assoluta l’anno scorso ma lasciato in H20 quest’anno, a fare, come una settimana prima, quello che è decisamente il miglior tempo di frazione portando il Caleppiovinil al titolo junior. Questa volta è un po’ più difficile con Aaron Gaio, anche lui partecipe della staffetta trentina vincente di una settimana prima, raggiunto, che resiste fino al punto spettacolo dove inizia a cedere alla progressione in salita di Luca. Andrea Seppi porta il Semiperso Or. Maniago al terzo posto. H16 che parte senza una vera favorita; Marco Guizzardi vince alla grande il lancio vedendo peró poi la sua squadra del APD Marconi scivolare fino al nono posto finale; secondo al lancio a 4 minuti ma con ulteriori 6 sul terzo è Luca Bignami. In seconda frazione Enrico Turra riesce a riportare l’US Primiero a poco più di un minuto dai leader ma Federico Bacci riconsolida la vittoria della Polisportiva Masi (Bignami-Zucca-Bacci) davanti al TOL (Marsoner-Degasperi-Kofler) che supera l’US Primiero (Giacomo Zagonel-Enrico Turra-Marco Pradel).
Il quarto titolo di giornata che arriva a Primiero è quello degli H35 (Pierpaolo Corona-Franco Orler-Roberto Pradel) davanti a Trent-O e Unione Lombarda, anche se battuti dagli svizzeri dello SCOM (Tettamanti-Guglielmetti-Maddalena, tre nomi che sono garanzia di qualità). Il quadro si completa con i titoli dell’Erebus Vicenza in H45 (USPRimiero quarto con Patrizio Orler, Marco Ongaro e Renzo Depaoli, a poco da secondi e terzi); Or. Pergine in H55 e D35 (quinto posto per Antonella Marcantoni, Tazia Lorenzet e Cristina Grabar), Or. Mezzocorona in D45.
Fra la categorie che non assegnavano titoli vincono il TOL in D12, il Panda Valsugana in H12 (terzo posto per Nicoló Orler-Mattia Debertolis-Riccardo Scalet), lo SCOM in DAK, il Trent-O nella Open (Davide Giovanelli, Tiziana Scalet e Lorenza Conte sono tredicesimi) e il GS Pavione nell’HAK davanti ai primierotti Marco Costella, Matteo Negrello e Nicola Pradel.

Aaron

www.tolweb.net

sez7news578big1.jpg

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi