WOC2015 – la Middle va a Hubmann e Billstam

Sventolano le bandiere svizzere e svedesi nel cielo scozzese nel giorno della Middle distance. Daniel Hubmann (SUI) e Annika Billstam (SWE) si infilano la medaglia d’oro iridata sui terreni di Darnaway.

 

Il podio femminile

Il podio femminile

La Billstam bissa il successo dello scorso anno e dimostra che si può arrivare alla maturità sportiva anche in tarda età: 39 sono gli anni che la svedese porta sul passaporto, molti meno quelli che dimostra la sua corsa. 36 sono gli anni della seconda classificata, la finlandese Merja Rantanen, che conclude a 50” dalla vincitrice. Un anno in meno e 28” in più per l’altra svedese Emma Johannson, che sarà combattuta se essere felice per la sua prima medaglia a un Mondiale o mangiarsi le mani per aver gettato alle ortiche la medaglia d’oro negli ultimi punti.

Michela Guizzardi è la migliore delle italiane piazzandosi 46° a 12’11”. Gara partita male da subito per Viola Zagonel, che commette un grosso errore nei primi punti e il gap è troppo grosso per poter recuperare posizioni. Finisce al 68° posto a 30? di distacco.

Il podio maschile

Il podio maschile

Lo svizzero Daniel Hubmann, considerato uno dei più grandi orientisti di sempre, non vinceva una medaglia d’oro dal titolo Sprint conquistato in Francia nel 2011. Gli ha reso la vita difficile il francese Lucas Basset, con il quale si è conteso la vittoria fino alla fine. Sulla linea del traguardo il francese si trova dietro di soli 3”, ma sarà comunque contentissimo per il suo primo acuto in carriera. Al terzo posto un ottimo Olle Boström, che porta alla Svezia la medaglia di bronzo con 13” di distacco dal vincitore.

Abdica definitivamente il re della Middle distance, colui che questo titolo lo ha vinto per 7 volte: il francese Thierry Gueorgiou. Ormai dal 2011 non riesce più a fare sua la gara che lo ha reso celebre, ma sicuramente non ha perso la voglia di vincere, lo rivedremo partire da favorito il giorno della Long distance.

Buona la gara dell’altoatesino Klaus Schgaguler, che con 6’21” si piazza al 43° posto. Poco dietro, in 51^ posizione a 8’53”, il triestino Marco Seppi.

Domani si corre la staffetta. Ancora non si sa ancora l’ordine dei frazionisti, ma la composizione delle squadre azzurre è già nota: Giacomo, Riccardo e Klaus Schgaguler tra i maschi, Viola, Lia Patscheider e Michela Guizzardi tra le donne.

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi