Patrizia Tisi e Kenai Kiprotich Kenei si impongono al San Vittore

In una giornata fredda e piovosa, sulle strade di Tonadico il keniano Kenai Kiprotich Kenei e l’azzurra Patrizia Tisi hanno vinto la 33^ edizione del Trofeo San Vittore. Nella gara maschile Gabriele De Nard ha fatto il ritmo fin dalle prime batture, ma non è riuscito a scrollarsi di dosso i tre africani Kenai Kiprotich Kenei, David Kipruto e Cherkaoui Laalami, che poi l’hanno battuto in volata. Gara femminile invece tutta azzurra, con Patrizia Tisi che ha dominato dal primo all’ultimo metro di gara. Alle sue spalle sono salite sul podio Silvia Sommaggio e Michela Zanatta.

Gara maschile: Podio tutto africano

Nel tortuoso circuito di Tonadico – 1,3 km di curve e saliscendi che alla lunga si fanno sentire – a dominare sono stati come sempre gli atleti dell’Africa. Alla fine l’ha spuntata il semisconosciuto Kenai Kiprotich Kenei, keniano di Kapsabet nato nel 1978, che oggi fa parte – dopo un anno di Fila Team – del gruppo di atleti gestito da Paolo Traversi. Kiprotich è arrivato 2 settimane fa a Siena e nel giro di 8 giorni ha piazzato tre vittorie su tre gare, imponendosi nello scorso weekend anche a Comacchio e a Roma. Kiprotich è stato sempre coperto fino all’ultimo giro, lasciando il pallino nelle mani di Gabriele De Nard, che è stato in testa per oltre tre quarti di gara. Proprio il suo forcing ha via via messo in crisi tutti gli atleti del primo gruppo, a cominciare da Sergio Chiesa (staccatosi addirittura al 2° giro, quando davanti erano in una ventina), per finire ad un comunque discreto Gennaro Di Napoli (nelle prime posizioni per circa metà gara). Proprio nel corso del 4° giro dei 7 previsti, davanti si è formato un gruppetto composto da 5 atleti: oltre a De Nard anche i keniani Kiprotich Kenei e Kipruto e i marocchini Laalami e El Marrafe.
De Nard ha continuato a spingere sempre in testa, mentre i compagni di fuga non gli hanno mai dato un cambio. L’unico effetto di questa andatura è stato il cedimento di El Marrafe, avvenuto nel penultimo giro, mentre gli altri tre rimanevano saldamente attaccati alle sue caviglie. Alla fine, quando le gazzelle africane hanno cambiato passo nel corso dell’ultimo km, il bellunese delle Fiamme Gialle si è trovato in difficoltà e non ha saputo rispondere. Kiprotich si è involato, conquistando un notevole vantaggio su Kipruto (7″) e Laalami (12″), che ha battuto in volata l’azzurro.
El Marrafe ha chiuso in 5° posizione, anche se nel finale ha rischiato di essere sorpassato dal rimontante Amor. Tra gli italiani da segnalare il 7° posto finale di Gennaro Di Napoli – che continua a correre in modo semiserio (visti i suoi numerosi impegni in altri campi), ma tutto sommato efficace – e la coppia formata da Regazzoni e Galeasso, giunti rispettivamente 8° e 9° con lo stesso tempo finale. 11° il maratoneta Sergio Chiesa.

Gara femminile: Assolo di Patrizia Tisi

La gara femminile non ha avuto assolutamente storia ed è stata dominata dal primo all’ultimo metro da Patrizia Tisi, che sin dalle prime battute di gara ha imposto un ritmo insostenibile per le altre. Già nel 2° dei 4 giri è transitata nella zona di arrivo da sola, con un discreto margine sulle inseguitrici. Margine che in seguito è aumentato decisamente fino ai 19″ finali che testimoniano di una forma e anche di una consapevolezza dei propri mezzi veramente straordinarie. Alle sue spalle si è piazzata Silvia Sommaggio, che nel corso di questa settimana è salita sul 2° gradino del podio ai Campionati italiani dei 10.000 di Carpi. Sul podio anche Michela Zanatta, che è riuscita negli ultimi 2 giri a rispondere ad un allungo di Valentina Bellotti e a batterla in volata. Quinto posto per Marzena Michalska, probabilmente un po’ appesantita dopo la splendida corsa da record nei 3.000 siepi del Super Grand Prix di Ostrava (9’54″62, prima donna italiana sotto i 10′).

Classifica Maschile (9,1 km):

  1. Kenai Kiprotich Kenei KEN 28’05”
  2. David Kipruto KEN 28’12”
  3. Cherkaoui Laalami MAR 28’17”
  4. Gabriele De Nard ITA 28’18”
  5. Farid El Marrafe MAR 28’29”
  6. Rachid Amor MAR 28’31”
  7. Gennaro Di Napoli ITA 28’40”
  8. Andrea Regazzoni ITA 28’45”
  9. Marco Galeasso ITA 28’45”
  10. Jamel Chatby MAR 29’03”
  11. Sergio Chiesa ITA 29’07”

Classifica Femminile (5,2 km):

  1. Patrizia Tisi ITA 17’37”
  2. Silvia Sommaggio ITA 17’56”
  3. Michela Zanatta ITA 18’08”
  4. Valentina Bellotti ITA 18’14”
  5. Marzena Michalska ITA 18’23”
  6. Deborah Toniolo ITA 18’24”
  7. Simona Viola ITA 18’32”
  8. Flavia Gaviglio ITA 18’43”
  9. Sara Berti ITA 19’00”
  10. Silvana Trampuz ITA 19’18”
  11. Roberta Bottura ITA 19’47”

www.sportincampo.it/trofeosanvittore2004/

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi