WOC – Manuel 35° nella lunga distanza

Una gara massacrante, 23 km nelle foreste svedesi, questa la finale lunga distanza dei mondiali assoluti. Manuel Negrello, primierotto 21enne di Mezzano, unico italiano in questa finale, al suo primo mondiale assoluto parte col numero 9. Qualche errore nella parte iniziale, qualche sbavatura, è 40° dopo 6 punti, poi prende il ritmo e percorre buona parte di gara a livello dei migliori, recuperando fino al 27° posto e navigando poi per tutta la gara tra il 27° e il 29° posto. Paga nel finale con un errore e la crisi che negli ultimi 3 km lo fa scendere fino al 35° posto finale, dopo più di 2 ore di gara tra paludi, sassi e rocce. Un ottimo risultato per un esordiente ai mondiali che va a migliorare il 36° posto di Roberto Pradel ai mondiali di Norvegia 97, fino ad allora miglior risultato di un italiano in terra scandinava. La gara è stata vinta dal novegese Bjonar Valstad, gia campione del mondo nel ’99 in Scozia, davanti allo svedese Mattias Karlsson e all’altro norvegese Holger Hott Johansen a testimonianza della durezza della gara che ha visto emergere orientisti di grande esperienza, da anni ai vertici dell’orienteering mondiale.

Men Final

1. Bjørnar Valstad Norway 105:25.3
2. Mattias Karlsson Sweden 105:57.2
3. Holger Hott Johansen Norway 107:00.5
4. Valentin Novikov Russia 107:48.5
5. Emil Wingstedt Sweden 108:31.9
6. Mats Haldin Finland 109:17.5
7. Pasi Ikonen Finland 109:34.6
8. Jamie Stevenson Great Britain 110:32.5
9. Hans Gunnar Omdal Norway 110:36.9
10. Jani Lakanen Finland 111:43.4

35. Manuel Negrello Italy 128:47.8

sez7news154big1.jpg

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi