JWOC – Strepitoso Andrea 5° nella sprint!

E’ il triestino Andrea Seppi (Semiperdo Orientering Maniago) l’eroe di giornata per l’Italia! Con una decina di secondi di ritardo all’intermedio, migliora ancora la sua prestazione nel finale arrivando a ridosso dei primi per chiudere alla fine 5° a 14″ dal vincitore, il ceco Stepan Kodeda. Primo tempo interessantissimo quello di Matthias Kyburz (SUI) che chiuderà 4°; Kyburz viene superato prima da Kodeda e poi da Johan Runesson che finisce soltanto un secondo dietro il ceco; è il turno di Andrea ad attaccare il podio ma resta dietro Kyburz di un secondo; spettacolari gli ultimi arrivi, ma l’unico a inserirsi è il danese campione middle 2006 che finisce 3°; Andrea resiste al campione uscente Kral, al favorito Lysell e a tanti altri grandi nomi concludendo 5°. Direttamente dalla Svezia, le cronache in solandro raccontano un errore di Andrea al penultimo punto (persi 8-9″ che potevano valere la medaglia, ma veramente oggi niente da recriminare ad Andrea); miglior risultato italiano ai JWOC a migliorare ancora il 9° posto di Jonas dell’anno scorso.

Per i colori primierotti Tommaso Scalet, fra i primi a partire e all’esordio mondiale, finisce 116° degli oltre 170 partenti; gara sprint sicuramente non la più adatta alle sue caratteristiche. Jonas Rass 52° a 1’40”, Roberto Dallavalle 91° (con un errore da quasi 1′ che poteva portarlo nei 50), Jacopo Benini 94° e Lorenzo Pittau 137°.

In campo femminile è la giornata della Danimarca: primo miglior tempo di Zenia H. Mogensen con la ticinese Elena Roos subito dietro; arriva poi Emma Klingenberg a sopravanzarla per una doppietta danese che dura circa un’ora in testa; negli otto secondi che dividono le due nel finale si inseriranno Silje E. Jahren (NOR – 1″ dietro!), la vincitrice della middle 2007 Jenny Lönnkvist (SWE – a 2″!) e la ceca Sarka Svobodna (alla fine 4° a 4″!). Quando al traguardo manca solo la favorita della vigilia Maja Alm, i tifosi danesi esultano per la vittoria; ancora più incredibile è che Maja non ce la fa concludendo 11° e lasciando a Emma, classe 1992, al suo esordio in una manifestazione mondiale, una vittoria sensazionale!

Migliori fra le italiane sono le nostre primierotte Nicole e Carlotta Scalet 72° e 78° a circa 2’30” dalla vincitrice; qualche problema in più per Maria Chiara Crippa e Adrienne Brandi che chiudono 102° e 103°.

Gare abbastanza regolari per Nicole e Carlotta, con quest’ultima che parte lenta per poi andare a recuperare bene nel finale.

Aaron

1 Emma Klingenberg Denmark 13.40,1
2 Silje Ekroll Jahren Norway 13.41,7
3 Jenny Lönnkvist Sweden 13.42,4
4 Sarka Svobodna Czech Republic 13.44,5
5 Zenia Hejlskov Mogensen Denmark 13.48,1
6 Tereza Novotna Czech Republic 13.54,2
72 Nicole Scalet Italy 16.07,3
78 Carlotta Scalet Italy 16.24,3
102 Maria Chiara Crippa Italy 17.56,5
103 Adrienne Brandi Italy 18.48,2

1 Stepan Kodeda Czech Republic 13.21,1
2 Johan Runesson Sweden 13.22,1
3 Sören Bobach Denmark 13.28,8
4 Matthias Kyburz Switzerland 13.34,9
5 Andrea Seppi Italy 13.35,1
6 Artem Panchenko Ukraina 13.42,8
52 Jonas Rass Italy 15.02,0
91 Roberto Dallavalle Italy 15.54,7
94 Jacopo Benini Italy 15.58,1
116 Tommaso Scalet Italy 16.31,8
137 Lorenzo Pittau Italy 17.34,1

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi