5 Giorni d’Italia

Tra l’ 11 e il 16 luglio si è svolta nel Parco dei Monti Simbruini (Lazio) la 5 Giorni d’Italia gara internazionale a tappe alla quale hanno preso parte 22 orientisti della nostra sezione.

Le prime due e le ultime due tappe si sono svolte sugli altopiani del parco caratterizzati da estese faggete intervallate da terreni aperti adibiti a pascolo, un ambiente grandioso particolarmente adatto allo sport dell’orientamento.
La terza tappa ha avuto luogo a quote più basse su un terreno molto ricco di particolari formato da colline ricoperte da sassi e da rocce calcaree con zone aperte interposte a zone cespugliose con visibilità ridotta.

Per il nostro gruppo è stata un’esperienza significativa, direi indimenticabile, sia dal punto di vista umano per i tanti momenti che abbiamo condiviso, sia dal punto di vista tecnico in quanto abbiamo avuto l’occasione di partecipare a una manifestazione ben organizzata e di correre con cartine ben fatte su terreni diversi dai nostri.

Renzo

Si è conclusa domenica la 5 Giorni d’Italia 2006, disputata nel Lazio sulle cartine di Monte Livata, Campo della Pietra e Altipiani di Arcinazzo, già terreni di gara per le prove di Coppa del Mondo dell’autunno 2005. 4 delle 5 tappe corse su terreni molto veloci e scorrevoli, boschi con grande visibilità alternati a zone con molti sassi; mentre la terza è stata disputata su un terreno molto tecnico e relativamente lento con presenza di muretti, scarpate, sassi e vegetazione fitta alternata a zone aperte.
La gara assoluta non ha nessuno dei nostri portacolori al via, ma vede comunque la vittoria di un primierotto, Emiliano Corona in gara per il G.S. Esercito. Secondo il ceco Martin Janata e terzo il forestale Alessio Tenani; fra le donne vittoria alla svedese Sofia Olsson. Questi nomi dimostrano che questa 5 giorni è riuscita ad essere internazionale nonostante altre gare più quotate si svolgessero in contemporanea in Svezia, Finlandia e Svizzera.
Fra i nostri atleti, Ylenia Gobber vince in D14 andando al comando dalla seconda tappa e portando poi il distacco a 10′ durante la terza; per lei una vittoria di tappa e due secondi posti che le fanno comodamente vincere la classifica generale; sempre in D14 Jessica Castellaz è 6°, Meryl Pradel 11° e Erika Centa 21°. In D16 Claudia Zanetel sale sul podio provvisorio dopo la terza tappa, ma poi lo cede nelle ultime due arrivando 4° nella classifica vinta dalla norvegese Andersen; Elena Jagher finisce 9° a causa di una brutta tappa finale dove Carlotta Scalet incappa in una punzonatura mancante; entrambe avrebbero potuto essere subito alle spalle di Claudia intorno al 5° – 6° posto. Jessica Orler è 7° e migliore italiana nella D18 vinta ancora da una norvegese, ancora Andersen…
Fra i ragazzi, Riccardo Scalet vince l’H10 vincendo tutte le prime 4 tappe e amministrando i 20′ di vantaggio nell’ultima. In H14 Giacomo Zagonel è 11°, accusando peró un ritardo di circa 25-30′ nella terza tappa che gli impedisce di essere nei primissimi della classifica generale pur con un secondo e un terzo posto parziali; Andrea Orler 26° in questa categoria vinta da Samuele Curzio. In H16 Tommaso Scalet chiude 5° (vittoria per l’austriaco Merl), anche lui con un pesante distacco nella terza tappa e invece tempi in linea con i migliori nelle altre. In H18, dopo troppi errori nella seconda e terza tappa, Aaron Gaio non riesce a recuperare il distacco agli avversari per il podio ed è 4°, nonostante due secondi posti nelle ultime due tappe dietro al francese Poupard.
Vanna DallaSega 8° in DC, Tazia Lorenzet 10° in D50, Michela Tavernaro fa segnare purtoppo una punzonatura mancante durante la terza tappa (che avrebbe probabilmente vinto…) nella categoria esordienti. Lino Orler è invece 25° in H45; Lorenzo Depaoli riesce a recuperare il podio con la vittoria nela tappa conclusiva che lo porta fino al 3° posto in H55; in H60 Giorgio Simion è 16°; Nicola Pradel 10° in HA, mentre Marco Costella, dopo due vittorie di tappa, si vede fuori classifica per una punzonatura mancante che gli toglie la vittoria generale. Luca Orler vince le ultime due tappe e la classifica finale nella categoria esordienti.

Aaron

Questa la sintesi dei risultati finali dei nostri orientisti:

H10 Riccardo Scalet 1°
D14 Ylenia Gobber 1°, Jessica Castellaz 6°, Meryl Pradel 11°, Erika Centa 21°
H14 Giacomo Zagonel 11°, Andrea Orler 26°
D16 Claudia Zanetel 4°, Elena Jagher 9°
H16 Tommaso Scalet 5°
D18 Jessica Orler 7°
H18 Aaron Gaio 4°
HA Nicola Pradel 10°
H45 Lino Orler 25°
D50 Tazia Lorenzet 10°
H55 Renzo Depaoli 3°
H60 Giorgio Simion 16°
DC Vanna Dallasega 8°
ESO Luca Orler 1°
http://www.5days2006.info/

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi