Campionati del Mondo 2009 – Resoconto

Di ritorno dall’Ungheria proviamo a dare un resoconto sulle gare di questi Campionati del Mondo.

Le nostre atlete, entrambe ancora junior, erano in Ungheria per un primo impatto con la realtà degli atleti assoluti. Nicole centra una qualificazione sulle 3 gare disputate, sfiorando anche quella nella lunga. Un 39° posto rispettabile per una junior all’esordio mondiale. Carlotta paga un po’ l’emozione, ma per lei ci sono ancora un paio d’anni come junior per farsi avanti!

Iniziamo dall’ultimo giorno con la storica la medaglia di Misha Mamleev, 3° nella lunga dietro ai soli Hubmann (SUI) e Gueorgiou (FRA), rispettivamente campione uscente e neo campione della middle distance. Grande l’entusiasmo di noi tifosi italiani durante e dopo la gara ai ringraziomenti di Misha!

Svizzera anche nella gara femminile con Simone Niggli che torna all’oro mondiale dopo la maternità nel 2008, davanti a Marianne Andersen (NOR) con la sua solita medaglia d’argento e alla finlandese Minna Kauppi.

Primi titoli assegnati quelli sulla media distanza; non sorprende il titolo maschile di Thierry Gueorgiou davanti a un terzetto svizzero (Hubmann, Merz, Mueller) e al compagno di squadra francese Gonon, vincitore in Primiero della 5gg. La ceca Dana Brozkova va a vincere invece l’oro femminile, sfruttando la collaborazione della Jansson che viene presa nelle prime fasi di gara; la medaglia d’argento è di Marianne Andersen e il bronzo va a Simone Niggli.

Gara sprint come detto vinta da Helena Jansson (SWE) e Andrej Khramov (RUS), campione in carica anche nel 2008. Podio maschile ancora molto svizzero con il giovane Fabian Hertner 2° davanti a Daniel Hubmann. Linnea Gustavsson completa la doppietta svedese nelle donne davanti a Simone Niggli (SUI).

Staffetta femminile vinta dalla Norvegia con Marianne Andersen che va a conquistarsi quell’oro che cerca da anni e che va a fare compagnia ai 6 argenti vinti ai WOC; completano il podio Svezia e Finlandia con una Minna Kauppi sottotono in questo mondiale.

Fra i maschi è drammatica la situazione; a metà della terza frazione la gara vede Martin Johansson per la Svezia che è riuscito a staccare il duo Anders Nordberg- Thierry Gueorgiou (NOR-FRA) nella lotta per le medaglie. Ma proprio Martin Johansson incorre in un brutto infortunio alla gamba che lo porta quasi a perdere i sensi; subito dietro di lui Nordberg, Gueorgiou e Smola (CZE) lo soccorrono fermando così anche la propria gara. Agli occhi dello speaker scompaiono i 4 puntini dei GPS degli atleti e per qualche minuto si attendono novità. Il passaggio di Svizzera e Russia per prime all’ultimo intermedio confermano che le prime 4 squadre si sono fermate; poco dopo il resoconto dell’accaduto. Il titolo Mondiale va alla Svizzera su Russia e Finlandia con l’Italia all’8° posto, ma l’esulatnza sul podio è poca. Ottimo esempio di Fair Play da parte dei 3 atleti coinvolti nell’evento.

Risultati completi su: http://live.woc2009.hu/

Resoconto gara per gara disponibile da: http://worldofo.com/

2009-08-25 hungaria cupa-woc2009 242 2009-08-25 hungaria cupa-woc2009 007 2009-08-25 hungaria cupa-woc2009 047

2009-08-25 hungaria cupa-woc2009 230 5413_1144756352092_1623026911_358966_6226141_n 5413_1144760232189_1623026911_359001_3737491_n

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi