“MONDIALI” ORIENTEERING FULL IN PRIMIERO CHIUSE LE ISCRIZIONI PER LA “5 Days of Dolomites”

– In occasione dei Campionati Mondiali juniores di luglio anche una internazionale

– Sono oltre 3.000 i partecipanti con 1.300 norvegesi. Per il “mondiale” c’è tempo

– Un grande impegno, ma anche tanta soddisfazione, per l’US Primiero S.Martino

– Le gare, dal 5 al 12 luglio, interesseranno tutto il Primiero

Orienteering sport di nicchia? Sicuramente in quanto ad attenzione prestata dai media, ma non certo in quanto a numeri.

A dimostrarlo è la “5 Days of Dolomites”, la cinque giorni internazionale delle Dolomiti organizzata dall’US Primiero San Martino e dal GS Pavione in occasione degli JWOC, i campionati del mondo junior di corsa orientamento, che si terranno dal 5 al 12 luglio prossimi in Valle di Primiero (Trentino).

Questa mattina, infatti, gli organizzatori sono stati costretti a chiudere le iscrizioni della cinque giorni internazionale, in quanto già oggi è stata superata la quota limite di 3000 partecipanti. Le richieste di adesione sarebbero ancora numerose e, secondo i programmi, avrebbero dovuto chiudersi il giorno 31 maggio, ma arrivati a questo punto non si potrà andare oltre.

Gli organizzatori, pertanto, hanno dovuto decretare lo “stop alle telefonate” oltre due mesi prima del previsto, con una previsione finale di circa 3200-3300 partenti, dunque ben oltre il limite prefissato.

Quasi riduttivo, a questo punto, parlare di successo, per una gara dalle spiccate tinte internazionali. Degli oltre 3000 iscritti, infatti, solamente 250 (atleta più, atleta meno) sono gli italiani, con gli scandinavi a farla da padroni.

Su tutti sono i norvegesi ad aver preso di mira la gara primierotta, tant’è che i “vichinghi” iscritti raggiungono quota 1300, dunque oltre un terzo sul totale dei partecipanti. Molti, poi, sono anche gli svedesi (circa 500), così come i finlandesi (poco meno di 200), senza dimenticare la folta truppa svizzera (più di 300 atleti iscritti), a cui si aggiungono i francesi (130), i danesi (80), i cechi (75), i tedeschi (63) ed i britannici (50).

Cinque giorni internazionale quindi, in tutto e per tutto, così come internazionale sarà la rassegna iridata che assegnerà i titoli di campione del mondo della categoria junior. Anche in questo caso, sono già numerose le rappresentative nazionali ad aver confermato la propria presenza, con squadre provenienti da tutti e cinque i continenti.

Al via infatti, oltre all’Italia, ci saranno Svezia, Canada, Stati Uniti, Sudafrica, Irlanda, Giappone, Australia, Svizzera, Germania, Danimarca, Repubblica Ceca, Estonia e, addirittura, Hong Kong, in attese delle adesioni di numerose altre nazioni (le iscrizioni, in questo caso, chiuderanno a fine mese di aprile), che dovrebbero attestarsi attorno alla quarantina.

Procede a gonfie vele, dunque, la marcia di avvicinamento alla rassegna iridata, che scatterà il giorno 5 luglio con la cerimonia di apertura. Le gare invece, sia quelle iridate che quelle della “5 Days of Dolomites”, inizieranno il giorno seguente (6 luglio), per poi chiudersi sabato 11 luglio.

Intanto proseguono i preparativi in vista del doppio evento, con un’unica preoccupazione, legata alle abbondanti nevicate invernali. La speranza, infatti, è quella che, in occasione della definitiva predisposizione, i campi di gara si presentino completamente sgombri dalla neve, la quale chiamerebbe altrimenti gli organizzatori ad un lavoro supplementare.

Comunque vada, come si dice in questi casi, sarà un successo, con cartina e bussola assolute protagoniste.

Info: www.jwoc2009.it

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi