A Gabriele De Nard e Renate Rungger il 34° San Vittore

Renate Rungger e Gabriele De Nard sono i vincitori della 34ma edizione del Trofeo San Vittore a Tonadico di Primiero. La neocampionessa italiana dei 10.000 metri ha attaccato al termine del penultimo giro, lasciandosi alle spalle due atlete di punta della corsa azzurra come Patrizia Tisi e Bruna Genovese. De Nard ha invece bruciato con una volata lunga il compagno di squadra Giovanni Gualdi, ottimo al rientro dopo l’operazione ai tendini dello scorso anno. Sul podio anche il maratoneta genovese Valerio Brignone

GARA FEMMINILE
Quella di Tonadico è stata una grande gara a livello femminile, con un podio azzurro che renderebbe felice ogni organizzatore. A trionfare è stato il nome nuovo della corsa lunga Renate Rungger, recentemente laureatasi campionessa italiana dei 10.000 metri. La Rungger, che solo da un anno – dopo la maternità – si allena a tempo pieno, si è messa prima alle spalle di Patrizia Tisi, che ha lanciato la gara ad un ottima andatura, poi alla fine del penultimo giro ha rotto gli indugi, dando un deciso cambio di ritmo.
Il gruppo delle prime quattro, che oltre a Rungger e Tisi comprendeva anche Bruna Genovese e Michela Zanatta, si è sfilacciato e le atlete sono arrivate al traguardo proprio in quest’ordine. L’altoatesina ha vinto la corsa per la prima volta, impedendo alla Tisi (arrivata a 7″) di bissare il successo dello scorso anno. La Genovese, che tra l’altro quest’estate lavorerà molto sulla velocità in vista di una grande maratona autunnale, ha perso nel corso dell’ultimo giro una ventina di secondi, ma è riuscita a rimanere davanti alla Zanatta, sua compagna di allenamento.1° Renate Rungger ITA 17’42”
2° Patrizia Tisi ITA 17’49”
3° Bruna Genovese ITA 18’01”
4° Michela Zanatta ITA 18’12”
5° Simona Viola ITA 18’53”
6° Maria Cocchetti ITA 19’50”
LE INTERVISTE (da www.sportincampo.it)
Renate Rungger (vincitrice): Sono molto contenta della mia prova, anche perché la gara è stata molto veloce. Al terzo giro ci ho provato perché avevo paura di portarmi le avversarie in volata, ma solo alla fine ho capito che la Tisi non sarebbe riuscita a riprendermi. Non mi aspettavo di vincere, anche se questa crescita è la diretta conseguenza del fatto che da un anno mi alleno a tempo pieno, dopo la nascita di mio figlio. Punterò ora sui 5.000 e i 10.000, poi in autunno cercherò di migliorarmi anche sulla mezza maratona, dove ho un personale di 1h13’28”.
Patrizia Tisi (2°): Non mi aspettavo di andare così forte, visto che rientravo alle gare dopo un infortunio. Adesso non vedo l’ora di tornare a gareggiare con regolarità, cercherò di alternare pista e strada, anche se vorrei soprattutto fare un bel 5.000.
Bruna Genovese (3°): Sono stata contenta della mia prova, anche se la gara è stata un po’ troppo veloce fin dall’inizio. Io sto lavorando sulle distanze brevi, spero di crescere e di poter essere capace di correre così forte tra poco. Non è stato facile perché la gara è molto nervosa e piena di curve. La Rungger l’ho incontrata anche ai Campionati italiani dei 10.000 e sapevo che è in grandissima forma. Ora mi concentrerò sulla 10 Miglia del Montello di domenica prossima, di cui sono anche organizzatrice.
GARA MASCHILE
È stata una vera e propria gara “in famiglia” quella tra De Nard e Gualdi. I due infatti, oltre a far parte della stessa società, sono anche molto legati e proprio nel periodo in cui Gualdi ha dovuto lavorare duramente per rientrare in condizione dopo un’operazione al tendine De Nard è stato il compagno a lui più vicino, tanto che a fine gara Gualdi ha voluto ringraziarlo ufficialmente e pubblicamente. Ultimamente si allenano sempre insieme. Per De Nard e Gualdi non è stato difficile avere la meglio sulla concorrenza. Hanno lanciato una gara veloce fin da subito e già durante il secondo giro erano in testa da soli, staccando un comunque bravo Valerio Brignone, alla fine giunto ad una cinquantina di secondi dal vincitore. Le due fiamme gialle sono andate di comune accordo fino all’ultimo giro, quando De Nard ha lanciato l’attacco, riuscendo a precedere l’amico-rivale di 3″. Da segnalare alle loro spalle anche la buona rimonta di Rosario Daidone, che al 3° giro era 7° e che poi ha rimontato fino al 4° posto.

1° Gabriele De Nard ITA 28’06”
2° Giovanni Gualdi ITA 28’09”
3° Valerio Brignone ITA 28’55”
4° Rosario Daidone ITA 29’50”
5° Abdelaziz Mahjoubi MAR 30’00”
6° Manuel Da Col ITA 30’05”
7° Simone Zanella ITA 30’20”
8° Joan Vaida ROM 30’21”

LE INTERVISTE (da www.sportincampo.it)
Gabriele De Nard (vincitore): Bellissima gara, io e Giovanni l’abbiamo corsa con grande sintonia e sono davvero contento per lui, merita di tornare ad alto livello. Non pensavamo di “ammazzare” la gara così presto, ma ovviamente va bene così. Ci siamo dati i cambi per arrivare insieme all’ultimo giro e potercela giocare. Adesso l’obbiettivo sono i 5.000 in pista, prima a Conegliano, poi a Ponzano e a Bressanone.
Giovanni Gualdi (2°): Sono contentissimo perché rientro alle gare dopo un’operazione ai tendini. Ringrazio Gabriele perché mi ha sostenuto in questo momento difficile, diventando mio compagno di allenamento e dandomi una grande carica per lavorare a tutta e riprendere la condizione.

Potete trovare la cronaca delle gare su http://www.sportincampo.it/trofeosanvittore2005/

Commenti, articolo e interviste e foto da www.sportincampo.it
www.usprimiero.com/sanvittore

sez2news313big1.jpg

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi