WOC 2015 – Gueorgiou il campione infinito

Volgono al termine i Mondiali assoluti 2015 in Scozia. L’ultimo giorno di gare è stato dedicato alla Long distance, la più massacrante e coinvolgente delle distanze.

 

Uno come lui nasce una volta ogni 100 anni, uno come lui non smette mai di vincere, uno come lui non sente gli anni che passano. Thierry Gueorgiou coglie la sua 13esima medaglia d’oro iridata, la 12esima individuale. Thierry Gueorgiou non verrà più ricordato solo col nome di “the King of Middle distance”: ai 7 titoli sulla distanza media ora ne aggiunge 3 consecutivi nella Long. Thierry Gueorgiou da 13 anni lascia agli avversari solo le briciole e non ha ancora intenzione di smettere.

Il podio della Long del 2014 si ripropone nel 2015

Il podio della Long del 2014 si ripropone nel 2015

Come si sarà ormai capito, la Long distance è stata vinta per la terza volta di seguito dal francese Thierry Gueorgiou. Con il tempo di 1h39’46” ha coperto la distanza di 15,5 km con 660 m di dislivello e ha lasciato allo svizzero Daniel Hubmann (2° – + 25”) e al norvegese Olav Lundanes (3° – + 57”) l’onore di salire assieme a lui sul podio, proprio come un anno fa.

 

Gli italiani vanno così così: Klaus Schgaguler finisce 41° a 24? di distacco, Marco Seppi è 56° a 42’55”.

La grinta di Ida Bobach fin dopo il traguardo

La grinta di Ida Bobach fin dopo il traguardo

Se tra i maschi Gueorgiou non sa più dove mettere le medaglie d’oro, tra le ragazze Ida Bobach dovrà liberare uno scaffale per mettere in bella mostra le due preziosissime medaglie da Campione del Mondo che porta a casa da Inverness. La bionda danese, dopo la vittoria assieme alle compagne di squadra nella staffetta, conquista anche il titolo Mondiale nella Long distance. Il tempo di 1h15’35” le basta per vincere in tranquillità sulla norvegese Mari Fasting (+ 2’44”) e sulla Campionessa uscente Svetlana Mironova (RUS – +3’04”).

Anche qui le italiane abbastanza in basso nella classifica: Viola Zagonel è 54^ a 38’30”, Lia Patscheider 56^ a 49’44”.

I sono concluse le gare del Mondiale assoluto 2015. Accompagna la fase finale di questa manifestazione la notizia che è stato ufficializzato dall’Assemblea dell’International Orienteering Federation (IOF) la divisione tra Mondiali “Sprint” (dedicati alle discipline Sprint) e Mondiali “Forest” (dedicati alle discipline corse in bosco). Le due manifestazioni si svolgeranno ad anni alterni. La prima edizione dei “Forest” WOC avverrà nel 2019, per gli “Sprint” WOC bisognerà aspettare l’anno successivo.

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi