16^ Edizione del Memorial Daniele Moz

L’arrampicata: passione, stile di vita, sport, voglia di riuscire a salire e perseguire quell’istinto primordiale scritto nel nostro dna. È un gesto spontaneo, naturale, un qualcosa che non ti chiede niente in cambio ma che anzi, ti da la possibilità di ritrovare te stesso, di percepire il tuo corpo in uno spazio diverso dallo stare con i piedi per terra.
Muovere  il  proprio  corpo  per  progredire in verticale significa utilizzare e raffinare tutte le nostre capacità sensoriali ed emotive.

Forse è anche questo che ha portato 80 persone a partecipare al Memorial Daniele Moz svoltosi sabato 8 novembre 2014 nel Palazzetto dello sport a San Martino di Castrozza. Anche quest’anno il contest-raduno di boulder, giunto ormai alla 16^ (sedicesima!!!) edizione, è stato organizzato in concomitanza della tradizionale Sagra di San Martino ben organizzata dal Gruppo giovani di San Martino di Castrozza e dallo staff dell’Icberg SMArt.
Gli ottanta partecipanti, provenienti un pò da tutto il triveneto, si sono sfidati su una trentina di percorsi, di tutte le difficoltà, tracciati durante la settimana da Igor Simoni, Riccardo Scarian e Yuri Gadenz.
C’è stato spazio anche per i più piccoli che si sono cimentati con grinta su una decina di percorsi in un clima di festa e divertimento che ha caratterizzato tutto il pomeriggio.
Verso sera spazio ai più forti con i primi sei uomini e le prime cinque donne a contendersi questa edizione del memorial sui tre percorsi di finale.
Tra i maschi il livello era davvero altissimo ma Diego Corte Pause, forte boulderista di Misurina, è riuscito a spuntarla su Fabio De Cesaro apparso davvero in grandissima forma durante tutto il raduno, ma si sa, nella roulette delle finali il risultato non è mai scontato.
Al terzo posto il fassano Mauro Dorigatti, detentore del titolo della scorsa edizione.
Tra le ragazze dominio di Annalisa De Marco, la nostra atleta di punta e vicecampionessa europea giovanile, si è dimostrata all’altezza risolvendo tutti e tre i boulder di finale insidiata solo inizialmente dalla brava Silvia Cassol che ha concluso in seconda posizione.
Al terzo posto si è piazzata Camilla Cemin, altra giovanissima promessa di casa nostra.
La buona riuscita del contest, l’ottima partecipazione e la crescita dei nostri giovani atleti fanno ben sperare per il futuro.

Sono tanti i ringraziamenti da fare: agli organizzatori della Sagra che hanno permesso la manifestazione, ai tracciatori che durante la settimana precedente hanno creato i percorsi e fatto divertire tutti i partecipanti, allo staff della sezione arrampicata per il loro fondamentale aiuto, a Maurizio Paladin speaker d’eccellenza, a Vertical Sport main sponsor e, per non dimenticare nessuno, a tutti gli altri sponsor che hanno contribuito al successo del memorial.

Grazie a tutti i partecipanti e arrivederci al 2015!

 

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi