Norme comportamentali di un allenatore

Chi intraprende l’attività di allenatore di calcio, sia a livello professionistico che sopratutto a livello amatoriale, dovrebbe trasmettere ai propri giocatori valori come rispetto, sportività, civiltà ed integrità che sono le fondamenta di qualsiasi sport. Il comportamento di un allenatore dovrebbe essere un esempio per i propri atleti; infatti particolarmente nelle categorie con i più piccoli la figura dell’allenatore è un modello con una influenza molto pesante; per questa ragione gli allenatori devono considerare come propria responsabilità la trasmissione dei valori precedentemente indicati. Alcuni punti fondamentali che gli allenatori dovrebbero avere bene chiari e sempre in mente sono:

  • L’importanza del risultato non dovrebbe mai mettere a repentaglio la salute e l’integrità fisica degli atleti. La vittoria non è altro che il risultato di una serie di fattori quali la preparazione fisica, tecnica, tattica e psicologica della squadra.
  • Il gioco del calcio non deve mai impedire al giovane di ottenere buoni risultati sotto il profilo scolastico: insieme alla famiglia ed alla scuola, l’allenatore dovrebbe svolgere un ruolo attivo nell’educazione dell’atleta.
  • L’allenatore deve sempre rispettare e far rispettare dai propri atleti, le regole del calcio. Non deve per nessuna ragione cercare di ottenere vantaggi attraverso comportamenti antisportivi sia propri che dei propri atleti.
  • La diagnosi ed il trattamento degli infortuni sono un problema medico, di conseguenza gli allenatori devono fare in modo che gli infortunati vengano trattati da personale qualificato.
  • Gli allenatori sono responsabili del comportamento dei propri giocatori ed hanno il dovere di stigmatizzare tutti gli atteggiamenti antisportivi incoraggiando il fair play sia negli allenamenti che nelle gare.
  • Gli allenatori devono mettere gli arbitri nelle condizioni di svolgere la propria attività il più serenamente possibile attraverso un atteggiamento rispettoso e corretto ed evitando di incentivare atteggiamenti scorretti dei propri atleti.
  • Gli allenatori devono evitare atteggiamenti dissenzienti ed aggressivi nei confronti della panchina avversaria.
  • Gli allenatori hanno il dovere di dare sempre il massimo verso i propri atleti, aggiornandosi continuamente ed ampliando le proprie nozioni tecnico-tattiche, fisiologiche, medico-sportive e psicologiche.

Un allenatore ha sempre qualcosa da imparare da un collega, per questa ragione confrontarsi con i colleghi è da considerarsi fonte di aggiornamento

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi