Calcio a 5: sconfitta d’onore contro la capolista Ischia

Calcio a 5: sconfitta d’onore contro la capolista Ischia

Sconfitta che sa di vittoria per la squadra del Calcio a 5 maschile nell’impegnativa trasferta contro i primi della classe, quell’Ischia che hadimostrato sul campo di meritare ampiamente il primo posto in classifica. Un 6 a 4 dal quale ripartire per costruire un girone di ritorno ricco di soddisfazioni. Parte bene la squadra di mister Sordo che, seppur messa alle corde dai bravissimi perginesi, tiene duro e mantiene inviolata la porta di Hasa. I minuti scorrono veloci e quando l’equilibrio sembra doversi trascinare per l’intera frazione ecco l’errore in disimpegno: la brutta palla persa dalla difesa primierotta spiana la strada all’attaccante di casa che, ringraziando, trafigge l’estremo biancorosso. Rotto l’equilibrio l’Ischia, con un gioco veloce e tecnico, costringe gli ospiti nella propria metà campo, incapaci di costruire azioni degne di tal nome. Quando il raddoppio sembra prossimo gli ospiti trovano la rete del pareggio grazie a Doff Sotta, bravo a spedire la palla nel sacco con un tiro da fuori area. La parità, purtroppo, ha vita breve in quanto i padroni di casa, sfruttando un altro errore degli ospiti, si riportano di nuovo in vantaggio. La rete stordisce i biancorossi e galvanizza i valsuganotti. Questi ultimi, sulle ali dell’entusiasmo, approfittano delle difficoltà dei dirimpettai e si portano sul 4 a 1. Solo nel finale di frazione il Primiero rialza la testa grazie alla rete di Pasqualetto.

La ripresa vede un combattivo Primiero buttarsi in avanti alla ricerca della rete ed un Ischia prontissimo ad agire di rimessa. La squadra di Sordo, nonostante il divario tecnico, butta il cuore oltre l’ostacolo e cinge d’assedio la porta perginese. La rete, nell’aria da qualche minuto, arriva con Marsicano, bravo a trafiggere l’incolpevole estremo di casa. Il gol da nuova linfa ai biancorossi che provano in tutti i modi a riportare la partita in parità ma solo i legni, ben cinque, e la bravura del portiere di casa permettono all’Ischia di mantenere il vantaggio. I padroni di casa, seppur in difficoltà, continuano col loro gioco e si rendono pericolosi in più occasioni, ottimamente sventate da Hasa prima e Depaoli poi. Il gol del pareggio arriva sul finire di partita grazie alla solita giocata di Marsicano. Quando il 4 a 4 sembra essere il risultato definitivo, ecco il colpo di coda dell’Ischia che, in due minuti, si porta sul 6 a 4 e chiude la pratica.
Probabilmente il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio, punteggio che avrebbe premiato l’ottimo primo tempo dei padroni di casa e la grande reazione degli ospiti. Poco male, uscire sconfitti da una battaglia così, contro i primi della classe e dopo aver dato tutto, non può e non deve lasciar spazio a rimpianti. Il bicchiere è mezzo pieno, almeno stavolta.

I commenti sono disabilitati.

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi